Home Sport Vincere in Equitazione, quanto conta il Metodo e la Scuola

Vincere in Equitazione, quanto conta il Metodo e la Scuola

401
CONDIVIDI

L’Equitazione è l’unico Sport in cui l’uomo si avvale della complicità di un animale intelligente come il Cavallo per raggiungere risultati vincenti nelle tre Discipline Olimpiche: Dressage, Salto Ostacoli e Completo.

Fondamentale è il rapporto che si riesce a stabilire in questo connubio tra il Cavaliere e il Cavallo, dove si estrinseca la validità del metodo con cui interagire per ottenere il massimo obiettivo di intesa e collaborazione.

Esistono varie correnti di pensiero sul metodo di Equitazione giusto, ma il Sistema Caprilli, cioè il metodo di Equitazione Naturale, ha conquistato le migliori Scuole Equestri di tutto il mondo confermando con vittorie sportive la sua validità.

Il Circolo Ippico Flaminio da decenni insegna nella sua prestigiosa Scuola di Equitazione proprio il metodo di Equitazione Naturale con il quale è riuscito ad ottenere sempre grandi risultati.

Gli Istruttori Federali della Scuola di Equitazione del Circolo Ippico Flaminio seguono i loro allievi con passione curando ogni minimo dettaglio, dalla perfetta formazione atletica alla formazione pratico-teorica fatta di nozioni su l’anatomia del Cavallo e sulle funzionalità dell’apparato muscolo-scheletrico, nozioni di Veterinaria di Base fino ad arrivare alla cura della giusta e personalizzata alimentazione e dell’allenamento muscolare del proprio Cavallo.

Oltre alla professionalità dell’insegnamento esercitato nella Scuola del Circolo Ippico Flaminio, un elemento determinante che la distingue dalla maggior parte delle Scuole di Equitazione di Roma è l’alta frequenza con cui gli allievi partecipano a Concorsi locali, Regionali, Nazionali ed Internazionali, proprio per abituare sia il Cavaliere che il Cavallo ad allenarsi fuori dal circuito scolastico.

Vincere delle Gare di Equitazione è un motivo d’orgoglio per il Circolo, ne comprova l’aver fatto un buon lavoro sia con la preparazione degli atleti che del Cavallo, ma soprattutto inorgoglisce leggere la felicità negli occhi di chi come noi ha la passione per l’Equitazione.